+39 0925 940217 info@itervitis.eu

I PAESAGGI VITATI

 

I grandi vigneti, i vigneti eroici, i vigneti di collina e di montagna compongono il variegato mondo dei paesaggi vitati. Vigne e vitigni autoctoni che da secoli si sono adattati e legati indissolubilmente al clima e ai terreni grazie al lavoro dell’uomo che ha così contributo a creare paesaggi di straordinaria bellezza, molti dei quali riconosciuti patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, e dato vita a vini dalle caratteristiche uniche.

Enoregioni italiane: Colline Pesaresi

Enoregioni italiane: Colline Pesaresi

Prosegue la nostra panoramica delle 92 enoregioni italiane. Nella Regione Marche è possibile individuare quattro enoregioni: Costa Anconetana, Colline Centrali, Colline Pesaresi, Piceno. 

Enoregioni italiane: Colline Centrali

Enoregioni italiane: Colline Centrali

Prosegue la nostra panoramica delle 92 enoregioni italiane. Nella Regione Marche è possibile individuare quattro enoregioni: Costa Anconetana, Colline Centrali, Colline Pesaresi, Piceno. 

Enoregioni italiane: Costa Anconetana

Enoregioni italiane: Costa Anconetana

Prosegue la nostra panoramica delle 92 enoregioni italiane. Nella Regione Marche è possibile individuare quattro enoregioni: Costa Anconetana, Colline Centrali, Colline Pesaresi, Piceno.

Enoregioni italiane: Toscana Centrale e San Gimignano

Enoregioni italiane: Toscana Centrale e San Gimignano

La Strada del vino delle Colline pisane offre un itinerario ideale (a piedi, cavallo o mountain bike), con un clima mite anche d’inverno, verdi pianure e colline, antichi borghi e castagneti. La Strada del vino Vernaccia di San Gimignano si snoda lungo campi variamente coltivati, boschi, vigneti e ulivi, per poi arrivare al profilo di torri e palazzi della cittadina medioevale dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità e patria dell’omonimo vino.

Enoregioni italiane: Chianti Classico

Enoregioni italiane: Chianti Classico

E’ la culla di uno dei vini italiani più famosi nel mondo, prodotto nell’area che fu teatro dell’aspra e lunga guerra tra Firenze e Siena. Si estende per 70 mila ettari, con paesaggi collinari che a tratti presentano notevoli pendenze e il gradevole alternarsi di boschi di querce, castagni, vigneti e (anche se meno frequenti) uliveti.

Enoregioni italiane: Terre di Montepulciano e Orcia

Enoregioni italiane: Terre di Montepulciano e Orcia

Prosegue la nostra panoramica delle 92 enoregioni italiane. Nella Regione Toscana è possibile individuare nove enoregioni: Apuane, Lunigiana e Lucchesia, Bolgheri e Costa degli Etruschi, Colline Fiorentine e Carmignano, Maremma Toscana, Colline Aretini e Valdichiana,...

Enoregioni italiane: Montalcino e Terre di Siena

Enoregioni italiane: Montalcino e Terre di Siena

Assai curato e ricco di vigneti intervallati da boschi e rari oliveti, paesi, castelli e chiese, il paesaggio, noto sin dal Medioevo con il nome di Deserto di Accona, è a tratti quasi lunare, dominato da colline aspre e spoglie erose dal tempo e dai calanchi e biancane delle Crete Senesi.

Enoregioni italiane: Colline Aretine e Valdichiana

Enoregioni italiane: Colline Aretine e Valdichiana

Anche quando era nota come antico granaio d’Etruria, le colline di questa enoregione erano destinate alla produzione di vini come quello di Monte San Savino, noto già i tempi del poeta aretino Francesco Redi e oggi prodotto come doc Valdichiana e come Docg Chianti Colli Aretini.

Enoregioni italiane: Maremma Toscana

Enoregioni italiane: Maremma Toscana

Prosegue la nostra panoramica delle 92 enoregioni italiane. Nella Regione Toscana è possibile individuare nove enoregioni: Apuane, Lunigiana e Lucchesia, Bolgheri e Costa degli Etruschi, Colline Fiorentine e Carmignano, Maremma Toscana, Colline Aretini e Valdichiana, Montalcino e Terre di Siena, Terre di Montepulciano e Orcia, Chianti Classico, Toscana Centrale e San Gimignano.

Enoregioni Italiane: Colline Emiliane

Enoregioni Italiane: Colline Emiliane

Le due aree geografiche distinte, che da secoli confluiscono in un’unica regione, esprimono ancora oggi le loro diversità enologiche, influenzate dalla differente posizione geografica, con vini frizzanti in Emilia e vini fermi in Romagna. L’Emilia ha legato il suo sviluppo ai traffici e ai commerci che si svolgevano sull’omonima strada consolare costruita dai Romani e cui va il merito dell’introduzione della vitivinicoltura nei molti territori che attraversava, come nella valle del Secchia e del Panaro, oggi regno del Lambrusco, mentre l’area dei Colli Piacentini vanta una tradizione ancora più antica legata ai vini dei Liguri che vi si erano insidiati.

by Transposh - plugin di traduzione per wordpress