+39 0925 940217 info@itervitis.eu

La Tikvesh Wine Route

La storia del vino in Macedonia ha radici lontane, che risalgono ad Alessandro Il Grande, che praticava il culto di Dioniso , e all’epoca dell’Impero Romano, quando  diviene una delle regioni più importanti per la coltivazione della vite.  La tradizione continuò anche dopo l’invasione degli Slavi e durante l’Impero Ottomano,all’interno dei numerosi Monasteri. Ancora all’inizio del ventesimo secolo carovane di cavalli e cammelli carichi di otri di vino entravano a Kavardarci, mentre da Strumica partivano quelle  sulla via verso la Serbia del sud.  La Tikvesh Wine Route attraversa il cuore “di vino” della Macedonia, collegando le quattro città di Kavadarci, Negotino, Demir Kapija e Rosoman in un itinerario ideale fatto di vigneti e tradizioni.

A partire dai vitigni: il vranec, il cui nome significa “cavallo nero, forte e potente”, che dà un vino rosso rubino scuro, con aromi di cioccolata, liquirizia e prugne, ideale per accompagnare shopska salata, il burek, il selskomeso o formaggi come il sirenje  o il kashkaval; il traminec, di colore giallo dorato, a volte con sfumature viola e aroma intenso, floreale con note di spezie, ottimo da solo ma anche con i dolci come la baklava; lo zilavka, da cui si ricava un vino fresco e acidulo di color giallo verdolino pallido e uno spiccato profumo di albicocca, che bene si abbina al taraur, al pizdur o alle rinomate trote del lago Ocrida.

Per finire con le opportunità da non perdere per assaporare i legami intensi che in questi paesaggi ancora vivono tra terra, uomo e vino. A Kavadarci, il 14 febbraio, in occasione della Festa del Patrono della Vite e del Vino, San Trifone, la liturgia mattutina nelle chiese ortodosse è dedicata alla potatura della prima vite e ciascun fedele ne conserva un pezzo benedetto per assicurarsi prosperità e fortuna durante il resto dell’anno. La festa continua per tutto il giorno nelle case e per le vie, tra  danze, musicisti di strada e degustazioni di rakija, vino e dolci a base di uva e mosto. dopo la prima metà di settembre la festa della Vendemmia, che si protrae per diversi giorni, da il via tradizionalmente alla raccolta di massa in tutta l’area. C’è poi la Fiera del Vino, che richiama le Cantine della regione, le ditte specializzate in equipaggiamenti per viticoltori e produttori e i visitatori interessati ad assaggiare vini di alta qualità, molti dei quali vincitori di concorsi nazionali e internazionali.

Info:  Violeta Jankova – Tel.  +389 (0)70 839 860 – dukat@t-home.mk

 

by Transposh - plugin di traduzione per wordpress