+39 0925 940217 info@itervitis.eu

Wachau, i guardiani dei vigneti

I vigneti eroici

E’ senz’altro la più famosa zona vinicola austriaca, situata ad ovest di Krems, nella Provincia Federale della Bassa Austria. Qui, sui ripidi terrazzi in pietra naturale coltivati a vigneto della valle del Danubio, si producono grandi vini bianchi, da uve bianche (grüner veltliner, müller thurgau, neuburger, pinot bianco, frühroter veltliner, muskateller, riesling) e rosse (blauer zweigelt, blauer portugieser, st. laurent).

La valle, abitata fin dalla preistoria, si snoda per una trentina di chilometri alternando scogli ripidi, zone boschive, tracce degli insediamenti medievali, rocche e abbazie, chiese barocche, percorsi ciclabili, vigne e frutteti (la Wachau è nota anche per le sue albicocche, utilizzate per la produzione di liquori) in un paesaggio fluviale eccezionalmente integro dal punto di vista ambientale. Per questi motivi nel 2000 l’UNESCO ha inserito il paesaggio culturale del Wachau nell’elenco dei Patrimoni dell’Umanità.

Il vino fa parte della cultura di questa terra già all’epoca dei Celti e dei Romani, ma il primo periodo di grande viticoltura coincide con alla fine del XIII secolo, quando i monaci bavaresi impiantarono le prime vigne sui terreni in pendenza e, in seguito, avviarono un fiorente commercio aiutati anche dalla grande via d’acqua che facilitava i trasporti. Ancora oggi monasteri e centri storici ospitano antiche cantine ancora in attività o trasformate in musei del vino: Melk, Göttweig, Krems, Teisenhoferhof.

Sono dedicate all’uva e al vino la ricca festa del raccolto (Erntedankfeste) e le tradizionali “Hiatafeste”, che celebrano il mestiere dei guardiani dei vigneti (gli Hiata) che un tempo sorvegliavano i vigneti per impedire i furti di uva matura in autunno ad opera di ladri o stormi di uccelli.

by Transposh - plugin di traduzione per wordpress