+39 0925 940217 info@itervitis.eu
Partecipa anche tu all’Iter Vitis Awards 2018

Partecipa anche tu all’Iter Vitis Awards 2018

L’enoturismo è un concetto che va oltre il semplice consumo di un bicchiere di vino: è unione sensoriale ed esperienziale. Nei vigneti puoi imparare come la natura e il lavoro umano creino paesaggi identitari, scoprire il mondo del vino parlando con un produttore, assaporare il prodotto di antiche varietà di vite, ma anche ammirate un sito archeologico dove il vino era già prodotto mille anni fa, visitare un museo o una biblioteca dedicata al vino e alla vite, assistere a concerti, ascoltare poesie, ammirare opere d’arte … Per premiare iniziative locali in ogni paese europeo membro della rete Iter Vitis, la Federazione europea “Iter Vitis, the Ways of the Vine in Europe” lancia un premio che mira a rivelare l’azione locale di valorizzazione del suolo e ad evidenziare il patrimonio vinicolo.

I riconoscimenti Iter Vitis premieranno le iniziative di organizzazioni pubbliche o private che abbiano realizzato o supportato un progetto di valorizzazione del terroir o delle denominazioni, ricompensando le azioni che rispondono ad un approccio rispettoso dell’ambiente, vantaggioso per l’economia locale e positivo per la società.

Saranno privilegiati tre assi: Ambiente (conservazione, riconoscimento del patrimonio …), Educazione (comunicazione, trasmissione della conoscenza, consumo responsabile), Accessibilità (promozione dell’enoturismo per tutti).

La Federazione europea Iter Vitis coordinerà il lancio ufficiale, lo sviluppo europeo e la cerimonia di premiazione finale, mentre le associazioni nazionali coordineranno il processo a livello nazionale. Saranno distinti due livelli: nazionale ed europeo. I vincitori delle due categorie del premio nazionale saranno automaticamente selezionati per partecipare alla finale a livello europeo.

In ogni paese membro della federazione Iter Vitis, verrà fatta una selezione per eleggere il vincitore di ciascuna delle due categorie di partecipanti:

1- Una struttura pubblica (comunità, camera consolare, OT, CDT, ADT …)

2- Una struttura privata o associativa (sindacati, enti interprofessionali, cooperative vitivinicole, …)

Contatti:  Fédération Européenne – Emanuela Panke – emanuelapanke@gmail.com / Iter Vitis France – Viviane Coursieres – itervitisfrance@gmail.com

Supporting Wine Tourism, rewarding initiatives and innovation

The European Federation “Iter Vitis, les Chemins de la Vigne”, Cultural Route of the Council of Europe, launches a European prize which aims to reveal, support the action of valorization of the soil and to highlight the viticultural heritage in each member country of the network.

The European Iter Vitis Federation will coordinate the official launch, the European development and the final awards ceremony. National associations will coordinate the process at the national level as soon as the official launch. Two levels will be distinguished: National and European The winners of the two categories of the national prize will automatically be selected to participate in the final at the European level.

In each member country of the Iter Vitis federation, a selection will be made to distinguish the winner from each category. Two categories:

1- A public structure (community, consular chamber, OT, CDT, ADT …)

2- A private or associative structure (trade unions, interprofession, wine cooperative, scoop …)

 

Une opportunité au plan national

Tous les candidats sélectionnés bénéficieront d’une couverture  rédactionnelle et promotionnelle ( presse, médias spécialises,  ré-seaux sociaux..)

Candidater, c’est  l’opportunité de

  • valoriser son action oenotouristique,
  • montrer que l’action fédère l’ensemble des acteurs locaux et s’articule au-tour de valeurs fortes, quelles que soient les tailles des entreprises,
  • mettre en avant toute une équipe publiqueou privée et révéler le rôle dé-terminant de chacun,
  • valoriser la réflexion de développement durable des entreprises et leurs pratiques en responsabilité sociétale,
  • mettre en avant les solutions exemplaires, le savoir-faire en termes d’innovation et montrer que les efforts sont reconnus,
  • mobiliser les acteurs de l’oenotourisme et le grand public sur les actions et réalisations positives.

Cette nomination sera une source d’inspiration et de stimulation.

Une portée européenne

Les lauréats des deux catégories du prix national seront d’office

sélectionnés  pour participer à la finale au plan européen.

Qui peut être candidat ?

Une structure publique (collectivité, chambre consulaire, OT, CDT, ADT…) ayant le mieux œuvré, au cours de l’année écoulée pour la défense et la promotion du patrimoine culturel lié à la viticulture.

Une  structure privée ou associative (syndicats, interprofession, coopérative viti-cole, scoop …) ayant  développé une action innovante viticole, touristique ou  cul-turelle en lien avec le vignoble et sa valorisation.

Les critères d’évaluation  sont les suivants :

  • La valorisation du patrimoine culturel viticole
  • La protection environnementale et la  consommation responsable.

L’implication locale, la mise en réseau des parties prenantes locales                                             

  • L’impact économique local
  • L’impact sur l’image du vignoble

L’appel à candidature du Prix Iter Vitis Awards lancé le 31 mai 2018 à Luxembourg au siège de l’institut des Itinéraires Culturels du Conseil de l’Europe est ouvert  jusqu’au 31 août 2018

La sélection nationale sera  annoncée le 15 Octobre 2018

Les lauréats au plan européen seront dévoilés fin Novembre 2018

La remise du Prix Iter Vitis Awards2018 sera organisée par la Fédération Eu-ropéenne (date et lieu à préciser)

 Application form iter vitis awards 2018 en
 European iter vitis awards rules en
 Presentation 2 iter vitis awards english mai

 

 

Presentation evening_Iter Vitis Awards 2018_4

Presentation evening_Iter Vitis Awards 2018_3

Presentation evening_Iter Vitis Awards 2018_2

Presentation evening_Iter Vitis Awards 2018_1

Autochtona 2018

Autochtona 2018

Autochtona, il tradizionale evento autunnale che permette di scoprire le migliori varietà autoctone italiane, si prepara alla sua quindicesima edizione, in programma lunedì 15 e martedì 16 ottobre a Fiera Bolzano. Durante la due giorni, che si svolgerà come di consueto in concomitanza con Hotel, fiera dedicata al settore dell’hotellerie e della ristorazione, sono attesi oltre 80 produttori per un totale di oltre 300 etichette da tutte le regioni d’Italia.

Un evento ormai unico nel suo genere, Autochtona è il contesto ideale per scoprire tante piccole realtà custodi del patrimonio più originale e ricco del panorama vitivinicolo italiano: i vitigni autoctoni. Questo lo spirito della manifestazione che da anni propone al suo vasto pubblico produzioni di nicchia che ben esprimono il legame indissolubile trail territorio e le varietà di uva che da tradizione vi affondano le proprie radici, sotto la rispettosa regia dell’uomo.

Nell’ambito della edizione 15 di Autochtona, si riconfermano le due rassegne “Autoctoni che passione!” e “TastingLagrein”, ma non mancheranno anche nuove iniziative di cui presto saranno disponibili i dettagli.

Con Autochtona, Bolzano diventa il luogo ideale per i tanti appassionati di vino anche grazie a una serie di eventi collaterali alla manifestazione che ne arricchiscono il programma. Così, nel weekend che precede il forum, enoteche e locali della città proporranno ai propri ospiti una selezione di vini da uve autoctone, e nel giorno successivo alla chiusura della manifestazione, il 17 ottobre, con Vinea Tirolensis andranno in scena i vini prodotti dai vignaioli indipendenti altoatesini.

AUTOCHTONA: I NUMERI DEL 2017

La scorsa edizione ha registrato 85 produttori provenienti da 17 differenti regioni italiane, 385 tipologie di vini in degustazione, oltre 1.300 visitatori specializzati e 46 giornalisti delle più importanti testate di settore.

Jazz e pittura tra le bollicine del Valdobbiadene

Jazz e pittura tra le bollicine del Valdobbiadene

Due appuntamenti estivi con il Jazz nella Cantina alla Fasol Menin. Lunedì 25 Giugno con il progetto Purple Rain (Up in the sky) dove il Rock dei grandi incontra il Jazz. Martedì 3 Luglio, Dario Carnovale Quartet con Pietro Tonolo. Continua inoltre la personale “Stationes” di Federico Meneghello. Organizzazione eventi in collaborazione con Arteritmi.

PURPLE RAIN (Up From The Skies) il nuovo progetto di David Boato, un omaggio alla musica di icone del rock, del pop e del soul come Prince, Jimi Hendrix, David Bowie, Maurice White e gli Earth Wind & Fire, The Beatles, Glen Frey, Nirvana, Leonard Cohen e altri protagonisti di un’era di fermento creativo che continua ad influenzare la musica dei giorni nostri Un progetto che ripropone in chiave jazz il sound di quegli anni e ne mette in risalto alcune sfumature meno evidenti aprendo le porte all’improvvisazione. Con uno sguardo alla tradizione e uno alle innovazioni, i quattro musicisti che compongono il progetto rileggono i brani che hanno caratterizzato un’epoca, dando loro una connotazione personale collocandoli in un contesto musicale contemporaneo. LINE UP: David Boato | Tromba, Gianpaolo Rinaldi | Piano, Lello Gnesutta | Basso, Ricky Quagliato | Batteria. Lunedì, 25 Giugno 21.15 – Ingresso unico 15,00 €

DARIO CARNOVALE QUARTET. Questo nuovo progetto del pianista Dario Carnovale nasce dal desiderio di tornare a rileggere le composizioni che hanno fatto la storia del jazz. Per far questo il pianista siciliano ha scelto di avvalersi dell’arte di un’icona del jazz italiano come Pietro Tonolo e di una sezione ritmica solida che vede uno dei batteristi più richiesti in Europa Klemens Marktl e Simone Serafini che da più di dieci anni collabora con Carnovale. LINE UP: Dario Carnovale – Pianoforte | Pietro Tonolo – Sax | Klemens Marktl – Percussioni | Simone Serafini – Contrabbasso. Martedì 3  Luglio 21.15 – Ingresso unico 15,00 €

Dal 9 Marzo 2018. “Stationes“, personale di pittura del Maestro Federico Meneghello.

BRINDISI FINALE: A fine concerto, brindisi con i Valdobbiadene Superiore  Fasol Menin Vendemmia 2017, Cama Brut e Leonte Extra Dry.

PRENOTAZIONE CONCERTI CONSIGLIATA: Disponibilità limitata di posti. Mail a risposte@fasolmenin.it specificando il nome ed il numero di cellulare. Questi dati personali verranno utilizzati solo per le finalità legate alla prenotazione dell’evento. Telefono 0423.974262.

PROSSIMI APPUNTAMENTI: Martedì, 3 Luglio ore 21:15 € 15.00 – DARIO CARNOVALE QUARTET feat. PIETRO TONOLO Venerdì, 24 Agosto ore 21.15  € 15.00 – Duo Dissonance IL LABIRINTO DEL SOGNO

Verona ospita la Festa del BIO

Verona ospita la Festa del BIO

Dopo i successi di Milano, Torino e Roma, la Festa del Bio giunge ora a Verona, nella centralissima Piazza dei Signori, sabato 23 giugno, dalle ore 10 alle 19. Questo tour nazionale è organizzato da FederBio per promuovere la conoscenza e il consumo dei prodotti biologici certificati, nel rispetto dell’ambiente, dell’uomo e della biodiversità.

Per il biologico il 2017 è stato l’anno del boom; un settore sempre più dinamico e portante dell’economia italiana, dove il solo consumo interno vale 3,5 miliardi: +15% rispetto al 2016 e +153% dal 2008. Un settore che traina la crescita dei giovani che puntano a un ritorno all’agricoltura, soprattutto a quella biologica: solo dal 2013 al 2016 il numero di aziende agricole biologiche è aumentato del 40%, mentre nell’agricoltura tradizionale, in vent’anni, l’Istat ha registrato un crollo del 46%. Il biologico, quindi, non è un ritorno al passato, ma una scelta orientata al futuro.

Sono circa 1.800.000 gli ettari in Italia coltivati secondo metodo biologico: quasi il 15% della superficie agricola totale, con un incremento di oltre il 20% rispetto al 2015. Cifre che confermano la piena consapevolezza di una società che vuole fermamente tutelare la propria salute, ma anche l’ambiente e la natura.

Cresce l’attesa per l’appuntamento del 23 giugno a Verona: nella splendida cornice di Piazza dei Signori sarà allestito il Villaggio del BIO dove, per tutta la giornata, dalle 10 alle 19, con ingresso libero e gratuito, si alterneranno eventi creati per ogni fascia d’età e degustazioni di prodotti biologici Made in Italy.

Lo spazio del Villaggio è allestito per ospitare espositori di prodotti e servizi del mondo biologico, offrire un ricco programma di iniziative di promozione e informazione, oltre che coinvolgere direttamente aziende, giornalisti, blogger, esperti, studenti, adulti e bambini sui temi dell’alimentazione naturale e della sostenibilità ambientale.

Immancabili le degustazioni free di cibi biologici e gli show cooking in diretta dal palco dell’arena. Da non perdere alle 11.00 l’appuntamento con lo chef stellato Leandro Luppi e la sua “Carbonara di lago” e alle ore 13.15 appuntamento con il giovane chef Martino Scarpa impegnato nella realizzazione di un piatto specialissimo con un mix di sapori del territorio, ovviamente tutto BIO certificato. Alle ore 17.30 – a chiusura della Festa – il BIOaperitivo offerto a tutto il pubblico del Villaggio.

Qui in riva all’Adige, un territorio tra i più coinvolti nelle produzioni biologiche, possiamo esprimere tutta la nostra soddisfazione per il successo che sta riscuotendo la Festa del BIO – dichiara il Presidente di FederBio, Paolo Carnemollauna kermesse che avvicina i consumatori al mondo del bio e diffonde la cultura della sana alimentazione.

Tra gli appuntamenti da segnare in agenda, il talk fissato alle 11:50 dall’inequivocabile titolo: “I pesticidi non solo dentro di noi”; ne discuterà Maria Grazia Mammuccini, responsabile del progetto “Cambia la Terra” insieme ad altri esperti del settore. Spazio sarà dato, anche, alle voci che sono impegnate sul territorio locale nella lotta all’uso di pesticidi chimici di sintesi.

Nel pomeriggio (ore 16:00) sarà protagonista un momento informativo con il talk “Il valore del benessere animale in agricoltura biologica”; un’interessante tavola rotonda per parlare degli standard predisposti da FederBio per stimolare il pubblico a riflettere sull’importanza del trattamento degli animali durante tutto il loro percorso di vita.

Ma Festa del Bio è, anche, degustazioni, show cooking e molti momenti ludici pensati per i più piccoli in uno spazio interamente dedicato a loro: il Baby BIOpark; tra il laboratorio “Esperienza Tattile, quello sensoriale “Frutta e verdura BIO”, la merenda tutta BIO con il riciclo creativo dei packaging, i piccoli ospiti avranno pane (bio) per i loro denti!

Il tour della Festa del BIO si concluderà a Bologna l’8 settembre, nella centralissima Piazza Minghetti: una tappa di chiusura con un programma denso di eventi speciali, per terminare questo itinerario di sensibilizzazione in grande stile.

Per maggiori informazioni: www.festadelbio.it

“Radda Rinascimentale nel segno del Ferrucci”

“Radda Rinascimentale nel segno del Ferrucci”

A Radda in Chianti è tutto pronto per accogliere il Podestà Francesco di Niccolò Ferrucci detto “Ferruccio”. Sabato 23 giugno 2018 un nuovo appuntamento con “Radda Rinascimentale nel segno del Ferrucci”, la manifestazione folkloristica in costume, giunta con successo alla VII° edizione, che per un’intera giornata vedrà le vie del borgo chiantigiano popolarsi di saltinbanchi, falconieri, giocolieri, mangiafuoco, cavalieri, antichi mestieri, musiche, danze rinascimentali e tanti spettacoli per la gioia di grandi e piccini. Grande attesa inoltre per la partita di “Palla in Botte” che vedrà le squadre di Porta Valdarnese e Porta Fiorentina sfidarsi per affermare la propria supremazia su Radda, il campo di tufo è pronto mancano solo i forti giocatori.

Si parte sabato alle 10 con l’apertura del mercatino nelle vie del centro. Alle 16 inizieranno i festeggiamenti con il corteo storico e il giuramento delle squadre della partita di “Palla in botte”, che si terrà alle 18:15 nel parcheggio sotto le mura del paese. Alle 19 apertura degli stand gastronomici in centro e alle 21:30 spettacolo di fuoco a cura de “La Barraca”. La festa in costume si concluderà alle 22:30 con il concerto delle “Gerberette” ai giardini comunali. Durante i festeggiamenti ci sarà tanta musica per le vie, meretrici, trampolieri, alfieri e musici della Valmarina, contrada Alfiere e uno stand della birra a mescita.

Un vero e proprio ritorno al passato, una grande festa che vede anche tutti i raddesi agghindati nei costumi tipici, cuciti dalle sarte del paese, per rivivere tutti insieme l’atmosfera rinascimentale nella cornice della bellissima Radda in Chianti.

L’evento è ideato e organizzato dall’Associazione ProLoco di Radda in Chianti con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale.

Info su www.facebook.com/raddarinascimentale/ oppure telefonando allo 0577 738494.

La prima Strada del Vino in Tunisia si racconta nelle Langhe

La prima Strada del Vino in Tunisia si racconta nelle Langhe

L’esperienza legata alla realizzazione della prima Strada del Vino Iter Vitis Magon in Tunisia, nell’ambito del programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Tunisia, basata sulla valorizzazione combinata del patrimonio archeologico e della cultura enogastronomica mediterranea, sarà discussa nel corso del Forum Food & Wine, che si svolgerà giovedi 21 giugno al Castello Grinzane Cavour in provincia di Cuneo. Alla giornata di formazione sul turismo enogastronomico parteciperà infatti Gori Sparacino, Direttore di Iter Vitis, itinerario culturale riconosciuto dal Consiglio d’Europa che promuove la cultura del vino e la tutela del paesaggio vitivinicolo, che con la Strada del Vino Terre Sicane hanno partecipato alla costituzione della prima strada del vino in Tunisia.

L’obiettivo dell’incontro mira alla formazione e alla crescita culturale sull’enoturismo ed imparare l’utilizzo efficace dei più importanti social media (Facebook, Instagram, Youtube, Twitter) e della comunicazione digitale anche in mercati esteri, con lo scopo di accrescere le competenze e contestualmente migliorare la promozione delle destinazioni enogastronomiche attraverso le azioni di tutti gli attori della filiera coinvolti. Al Forum di Grinzane Cavour saranno presenti, tra gli altri, alcuni esponenti di rilievo del settore enogastronomico e del mondo vitivinicolo come Oscar Farinetti e Angelo Gaja.

Call progetti Industria Green 4.0

Call progetti Industria Green 4.0

Eco Innovation Lab è un programma finalizzato alla nascita di progetti innovativi in linea con il modello di economia circolare delineato in forma congiunta dal Ministero dell’Ambiente e dello Sviluppo Economico. L’obiettivo è stimolare nuova imprenditorialità e l’innovazione su modelli di sviluppo alternativo, che contribuiscano a ridisegnare il rapporto tra business e ambiente attraverso: l’estensione della vita dei prodotti, la produzione di beni di lunga durata, le attività di ricondizionamento e la riduzione della produzione di rifiuti, la vendita di servizi piuttosto che beni (functional service economy), l’edilizia sostenibile e la riduzione dei consumi energetici, nuovi modelli di consumo e di uso.

Lazio Innova, con il patrocinio di Unindustria, CNA Roma Castelli, Comune di Colleferro, e in collaborazione con Intesa Sanpaolo, CREA Velletri (Consiglio per la Ricerca in agricoltura e l’analisi dell’Economia Agraria), LIPI-Dipartimento di Ingegneria Industriale Roma TOR Vergata, Dipartimento di Architettura e Dipartimento di Studi Aziendali Roma TRE, CeRSITeS – Università Sapienza (Polo di Latina), International Campus, Arken SpA, Automazioni BC Srl, lancia una call per selezionare idee e progetti imprenditoriali innovativi per un’industria “green” basata su un modello di economia circolare.

A chi è rivolto

Talenti, innovatori, ricercatori, designer, creativi, startup e imprese con propensione all’innovazione, disposti a investire la loro competenza per sviluppare progetti imprenditoriali lungo la filiera dell’economia circolare e secondo un modello di sviluppo industriale sostenibile.

Ambiti prioritari di riferimento

I progetti imprenditoriali e/o le startup dovranno operare in filiera o in connessione con i seguenti temi:

Green Engineering – ecodesign di prodotti ad elevate prestazioni ecologiche, facilmente riciclabili, di lunga durata, riparabili.

Green Building – Bioedilizia e bioarchitettura, efficienza energetica degli edifici, domotica.

Functional Service Economy – Vendita di servizi e di assistenza anziché di beni, nuovi modelli di consumo e di uso (tool sharing, noleggio, door to door).

Up cycleriuso oppure uso di materie seconde, applicazioni innovative e cross-settoriali per la valorizzazione di scarti di produzione, lavorazione, distribuzione e vendita (per es. da settori quali agricoltura, acquacoltura, cantieristica, ecc.).

Risparmio e uso sostenibile della risorsa idrica, fitodepurazione delle acque, riutilizzo delle acque reflue, gestione efficiente delle reti idriche, risparmio idrico in agricoltura negli usi industriali e in quelli domestici.

Percorso

I partecipanti saranno coinvolti in sessioni collaborative di co-design e dovranno impegnarsi a seguire l’intero percorso di 5 settimane, avendo l’opportunità di verificare la fattibilità della loro idea attraverso:

  1. incontri settimanali di formazione, testimonianze, eventi di networking, pitching, business planning;
  2. tutor a supporto;
  3. mentor di grande competenza nella rete Partner;
  4. accesso ai FabLaB e assistenza tecnica nelle fasi di prototipazione;
  5. postazioni di lavoro nei Talent Working;
  6. supporto nella creazione di community (incontri con gruppi di portatori di interesse o soggetti chiave per lo sviluppo di uno specifico ambito di interesse tra quelli proposti dai team partecipanti);
  7. pitching battle finale.

Sono previste inoltre sessioni in aula dedicate all’approfondimento di strumenti finanziari per lo sviluppo e il consolidamento di startup, comprese eventuali piattaforme di crowdfunding.

Il percorso si terrà presso:

Spazio Attivo di Colleferro (Via degli Esplosivi, 15)

Spazio Attivo di Ferentino (Via Casilina, 246 km 68,300)

Spazio Attivo di Latina (Via Carlo Alberto, 22)

Come partecipare

I soggetti proponenti dovranno presentare la candidatura, specificando se presentata in qualità di talent, team, startup o impresa, compilando il Form scaricabile da questo link e inviandolo a colleferro@lazioinnova.it entro le ore 12:00 del 4 luglio 2018.

Il percorso avrà inizio il 9 luglio 2018. Il calendario potrà subire variazioni sulla base di esigenze organizzative e secondo la disponibilità dei soggetti esterni (Partner e Mentor) che verranno coinvolti durante il percorso. Nella fase avanzata è prevista la pitch clinic in vista della pitching battle finale.

I soggetti ammessi alla selezione saranno convocati via mail e presenteranno, con un pitch, video, presentazioni animate o altro supporto e in un tempo massimo di 5 minuti, il loro progetto imprenditoriale ai partner il 9 luglio 2018 presso lo Spazio Attivo di Colleferro.

Criteri di selezione

Contenuto innovativo dell’idea/progetto, competenza dei proponenti, coerenza con i criteri dell’economia circolare e di modelli di produzione e consumo sostenibili.

Ai partecipanti sarà data comunicazione scritta via e-mail dei risultati della valutazione.

Documentazione:

SCHEDA_Eco innovation lab

Application Form_Eco innovation lab

PROGRAMMA_Eco innovation lab

 

Info: www.lazioinnova.it/news/eco-innovation-lab-call-per-progetti-innovativi-industria-green-4-0/

Iter Vitis Awards 2018

Iter Vitis Awards 2018

Wine tourism is a concept that goes beyond the simple consumption of a glass of wine: it is the sensory and experiential union. In the vineyards you can learn how nature and human work create identity landscapes, discover the world of wine by talking to a winemaker, savor the product of ancient vine varieties, but also admire an archaeological site where wine was already produced a thousand years ago, visit a museum, a library dedicated to wine and vine, attend concerts, listen to poems, admire works of art … In order to reward local initiatives in each European country member of the Iter Vitis network, the European federation “Iter Vitis, the Ways of the Vine in Europe”, launches an award which aims to reveal the local action of valorization of the soil and to highlight the wine heritage.

Iter Vitis Awards will reward the initiatives of any public or private organization that has realized or supported a project promoting the terroir or the appellation. It will reward actions responding to an environmentally friendly approach, beneficial for the local economy and positive for society.

Three axes will be favored:  Environment (preservation, heritage recognition …), Education (mediation, transmission of knowledge, responsible consumption), Accessibility (promote wine tourism for all).

The European Federation “Iter Vitis, les Chemins de la Vigne”, Cultural Route of the Council of Europe, launches a European prize which aims to reveal, support the action of valorization of the soil and to highlight the viticultural heritage in each member country of the network.

The European Iter Vitis Federation will coordinate the official launch, the European development and the final awards ceremony. National associations will coordinate the process at the national level as soon as the official launch. Two levels will be distinguished: National and European The winners of the two categories of the national prize will automatically be selected to participate in the final at the European level.

In each member country of the Iter Vitis federation, a selection will be made to distinguish the winner from each category. Two categories:

1- A public structure (community, consular chamber, OT, CDT, ADT …)

2- A private or associative structure (trade unions, interprofession, wine cooperative, scoop …)

THE RULE

ARTICLE 1: DEFINITION OF THE PRIZE

European Iter Vitis Awards will reward the initiatives of any organization that has realized or supported an exemplary and transferable project that values ​​the terroir or the appellation carried by: 1- A public structure (collectivity, consular chamber, TO,  …) having worked the best during the past year to defend and promote the cultural heritage linked to the wine sector. 2- A private or associative structure (trade unions, wine cooperative, scoop …) having developed an innovative, tourist, cultural and rewarding action linked to the wine sector. European IterVitis Awards will reward actions responding to an environmentally friendly approach, beneficial for the local economy, but also positive for society. In connection with the values ​​of the cultural routes of the Council of Europe, three axes will be favored: Education (transmission of knowledge, responsible consumption.), Environment (preservation, heritage recognition …), Accessibility (promote non-discriminatory wine tourism).  The evaluation criteria will be as follows: The impact on the image of the vineyard, Valorization of the wine cultural heritage, Environmental protection and responsible consumption. Local involvement, networking of local stakeholders Local economic impact 20 points 20 points 20 points 20 points 20 points.

ARTICLE 2: TERMS OF PARTICIPATION

Declaration of candidacy European ITER VITIS Awards – 2018.  The application is voluntary and subject to a contribution to the fees of 100 to be paid upon registration with each national association. The application file can be downloaded online. The submission of files must be done no later than August 30 of the current year in digital format to the dedicated email address, created by each national association (Ex: itervitisfrance.award@gmail.com). Each participant acknowledges having read the rules, declares to comply with them and accepts them.

ARTICLE 3: SELECTION OF CANDIDATES AND ELECTION

The selection is carried out on the basis of the files after having examined their admissibility under this Regulation and after an in situ hearing. A mandatory visit of the structures selected for the final will be organized with at least 1 Member of the Jury. The selected structures undertake to receive the member (s) of the jury and to facilitate the visit. At the national level, each association is given the freedom to set up an in situ visit for the selection of candidates. National election. Consultation, meeting of the members of the national jury, deliberation no later than October 15th of the current year Declaration of the winners no later than October 30th of the current year. European Election. Consultation, meeting of the members of the European jury, deliberation between 1 and 15 November of the current year. Winners’ declaration no later than November 30 of the current year

ARTICLE 4: JURY MEMBERS

National Jury:A national jury can be set up, it will elect the national winner by category; it will be chaired by the president of the national association or his duly appointed representative, and composed of qualified personalities. European Jury: The European Jury will elect the European winner by category among the national winners; it will be chaired by the President of the European Federation or his duly appointed representative, composed of a representative of the acceding countries, a member of the IEIC Institute and qualified persons. Each member of the jury agrees to behave in complete independence and to accept no favors of any kind from the candidates. All participants recognize the sovereignty of the jury and accept, by virtue of their participation, the provisions of this Regulation. Jury General public A vote will be organized on the facebook page dedicated to the Iter Vitis Awards Everyone can thus participate in the election of the European prize by supporting the winner (s) of his country, his region …

ARTICLE 5

All selected candidates will benefit from communication and promotion actions Diplomas and trophies The selected candidates at national level participating in the European final will be rewarded. Iter Vitis France – 3 The winners of the two categories of the European Iter Vitis Awards will receive a trophy. The 2 winners of the European Iter Vitis Awards will benefit from a filmed report that can be used for their personal communication and a press campaign. The winners of the two categories of the European Iter Vitis Awards will receive a trophy. The 2 winners of the European Iter Vitis Awards will benefit from a filmed report that can be used for their personal communication and a press campaign. The laureates will be able to mention the distinction by placing the “IterVitis Awards / Year of Distinction” logo on all communication media. Award ceremony: Each national association will announce the names of the winners selected for the European Iter Vitis Awards (current year). Each national association will organize an award ceremony after the announcement of the results of the European final. The European Iter Vitis Awards will be organized by the European federation (date and venue to be designated later) The organization at the headquarters of the regional representation of the country or countries rewarded with the European Commission with the invitation of deputies Europeans / representation of regions in the EU Parliament is envisaged. It is recommended that the wine regions participating in the final to provide a presentation of the terroirs / appellations (videos- brochure – tasting) to make known the region (s) wine (s) winner (s).

ARTICLE 6: FRAUD

Any participant exerting pressures of any nature with the members of the jury will be disqualified and will not be able to participate during the 3 following years. Article 7: Confidentiality, liability, rights of use The organizers only distribute the application documents received exclusively to the Jury members. They have no voting rights. They organize and coordinate the operation with neutrality and impartiality. The organization and the jury members are not allowed to reveal the names of unsuccessful candidates. Only the names of the nominated and rewarded candidates are communicated. The members of the jury vote by secret ballot. Except for renouncing their distinction, the winners accept a free use of their image, their name and all the information contained in their application file, for promotional and testimonial purposes, under computer processing and in the media. In accordance with the Data Protection Act of 6 January 1978, all candidates have the right to rectify or delete data concerning them which they can exercise on request from the organizer. European Federation «« Iter Vitis, Les Chemins de la Vigne »Iter Vitis France – 3 Quai des Escoussieres 81800 Rabastens – itervitisfrance@gmail.com

Contact:  Fédération Européenne – Emanuela Panke – emanuelapanke@gmail.com / Iter Vitis France – Viviane Coursieres –  itervitisfrance@gmail.com

 Application form iter vitis awards 2018 en
 European iter vitis awards rules en
 Presentation 2 iter vitis awards english mai

 

Presentation evening_Iter Vitis Awards 2018_4

Presentation evening_Iter Vitis Awards 2018_3

Presentation evening_Iter Vitis Awards 2018_2

Presentation evening_Iter Vitis Awards 2018_1

CastigliondiPrimavera saluta l’arrivo dell’estate

CastigliondiPrimavera saluta l’arrivo dell’estate

Sabato 23 e domenica 24 giugno, dalle ore 18 alle ore 24, il suggestivo borgo toscano ospiterà l’evento che propone sapori e saperi della miglior tradizione toscana attraverso una particolare mostra-mercato itinerante che sarà arricchita da spettacoli, incontri e laboratori.

Una passeggiata tra il bello e il buono muoverà da via Roma con il “mercato dell’artigianato” per arrivare all’Orto del Lilli dove sarà allestito il “mercato del cibo”. Al Maristella si parlerà di fitness e benessere con le dimostrazioni che Daniela Ferraro e Andrea Fabbreschi offriranno al pubblico.

Immancabile l’appuntamento con le degustazioni: nella due giorni di CastigliondiPrimavera nove ristoranti del borgo saranno protagonisti di un “itinerario del gusto” tutto da scoprire. Una mappa realizzata per l’occasione accompagnerà i visitatori alla scoperta dei locali aderenti che si trasformeranno in “soste” golose di un curioso percorso street food. Qui, piatti ideati esclusivamente per questa iniziativa, saranno offerti a coloro che acquisteranno appositi gettoni presso l’Ufficio IAT (Piazza Garibaldi 6) oppure presso l’angolo della cultura e del territorio di Piazza Orsini o presso il punto informazione dell’Orto del Lilli. Ogni gettone avrà un costo di 3 euro e consentirà la degustazione di un piatto.

Da non perdere sabato 23 giugno il concerto “I migliori anni della nostra musica” della classe di canto moderno per adulti dell’Associazione Musicale di Castiglione della Pescaia (inizio ore 21.30 – Orto del Lilli) mentre domenica 24 giugno alle 21.30, l’Orto del Lilli diventa palcoscenico per un incontro dedicato al 2018 anno del cibo che coordinato dalla giornalista Annamaria Tossani vedrà interventi di Giancarlo Farnetani, sindaco di Castiglione della Pescaia; Luisanna Messeri de La Prova del Cuoco di Rai 1, Santino Cannamela, Confesercenti città di Firenze, Marco Santucci campione mondiale di pattinaggio a rotelle e Elisa Scala biologo nutrizionista.

Il programma è disponibile sulla pagina Facebook “Castiglion di Primavera”

AENOTUR al Wine South America

AENOTUR al Wine South America

Dal 26 al 29 settembre 2018 Aenotur, l’Associazione Internazionale di Enoturismo di cui fa parte anche RECEVIN (Rete Europea delle Città del Vino), sarà presente al Wine South America  che si terrà a Bento Goncalves, in Brasile.

Con questo nuovo salone dedicato al settore vitivinicolo, organizzato dalla Fiera di Verona attraverso la controllata Veronafiere do Brasil, Vinitaly sbarca nello stato di Rio Grande do Sul con 250 espositori tra cantine, esportatori, distributori, rappresentanti, produttori di macchinari per la vitivinicoltura, accessori per il consumo e aziende fornitrici di servizi specializzati. Presenti anche spazi riservati all’olio di oliva e ad uno dei prodotti simbolo del Sudamerica: il caffè. I principali paesi partecipanti sono Italia, Brasile, Argentina, Cile, Uruguay, Portogallo, Francia, Germania, Spagna, Nuova Zelanda, Sudafrica, Stati Uniti, Australia e Slovenia.

Oltre agli incontri B2B, Wine South America ha in calendario eventi di presentazione di nuove tecnologie, degustazioni enogastronomiche e cooking show di prodotti regionali.

Info: winesa.com.br

 Wine south america

by Transposh - plugin di traduzione per wordpress